Emblemi del 70 nella Galleria Forum

Pubblicato il 3 agosto, 2011

Al primi di settembre, la prestigiosa New York galleria mostra alcune opere fondamentali di artisti diversi come Tom Wesselmann, Joseph Hirsch e David Levine.

"Tutti a bordo da casa" di Joseph Hirsch

Bohemians, esperti curioso, arte o profano perfetto. Ognuno di loro che sono in prossimità di Fifth Avenue a New York fino al prossimo 2 settembre Godetevi il Forum temporale eterogenea mostra che la Galleria ha ideato per questa estate.

La diversità dei pittori unifica né più né non meno che dagli anni 1970, particolarmente fecondo per il mondo dell'arte in generale e in particolare periodo dell'arte americana. Con il titolo eloquente "Quella Seventies Show", curatori Forum posa una mostra eclettica ed interessante che riunisce opere di figurazione, come Gregory Gillespie, David Levine e Joseph Hirsch (tra gli altri) e leader della Pop Art come Tom Wesselmann.

Al di là della scusa cronologico di godere di "buona arte" dal Forum sottolineare il fermento creativo degli anni '70, un decennio che ha visto il consolidamento di alcuni flussi, come astrazione, soprattutto per mano di Richard Anuszkiewicz e Eli Bornstein.

"Studio per Nude Sedre Stampa" di Tom Wesselmann

Nottingham e Wesselmann

Un altro aspetto importante di questa mostra è il "salvataggio" del lavoro di Robert Cottingham e Tom Wesselmann. Anche se ognuno con uno stile diverso, entrambi gli artisti si presentarono l'uso precoce della fotografia nelle sue opere.

Wesselmann, che ha mostrato grande abilità in tecniche come la litografia e serigrafía- divenne popolare per la loro splendida consumo quotidiano nudo e tematizzare.

Da parte sua, Robert Cottingham negli Stati Uniti è considerato un pioniere del movimento "fotorealismo", dopo l'esuberanza pop-art di quello che molti considerano un "fratello minore".

La mostra si svolge presso la Galleria Forum a New York (730 Fifth Avenue a 57 strada). Maggiori informazioni nella galleria web .

"Barbiere" di Robert Cottingham
MV Esperienze correlati: Robert Motherwell

Motherwell, maestro dell'espressionismo

Pubblicato il 14 luglio 2011

Sabato prossimo segnerà 20 anni dalla morte di Robert Motherwell. Simbolo di American espressionista dell'arte, opera originale ha attirato gran parte della storia della Spagna.

Ultime due decenni di morte di Robert Motherwell saranno soddisfatti domani. La data è, di per sé, una effemeridi del mondo dell'arte. Ma probabilmente serve a rivalutare il lavoro di chi ha iniziato la sua carriera "pilastri" di surrealismo e fu incoronato icona dell'espressionismo astratto, almeno come è intesa dagli americani.

Nonostante la loro cittadinanza americana, una parte importante della sua eredità si concentra sulla Spagna, concernente la repubblica e la guerra civile spagnola. Sua celebre serie "Elegia per la Repubblica spagnola" è il risultato di impatto ideologico ed emotivo che quelle pagine storia iberica lasciato in Motherwell.

In un'intervista a El Pais nel 1980, Motherwell stesso ha spiegato: "Allora aveva vent'anni e non apparteneva a nessun partito politico, ma la guerra civile era un simbolo per la mia generazione; come farebbe un po 'più tardi, alla fine degli anni sessanta con la guerra del Vietnam, con la sola differenza che la Spagna ha visto il drammatico preludio alla seconda guerra mondiale. Capisco che è scioccante che uno yankee in questioni mix di spagnolo, ma non vogliono proiettare i miei pensieri su Spagna-il mio personale modo di vedere le cose, in spagnolo. "

Dalí, no

Un ammiratore di Picasso e Matisse, Motherwell non ha detto a capire l'opera di Dalì e capire che molti dei loro influenze erano tra i suoi contemporanei Jackson Pollock e Mark Rothko, per esempio.

Anche evidenziato come storico dell'arte, l'uso fanatica di nero non era la sua unica caratteristica distintiva. Motherwell si distingue anche per essere uno scrittore lucida della sua generazione. Pochi spiegato come era, o destinato ad essere, ciò che la visione del mondo di espressionismo astratto e di come le vie dell'arte non figurativa sarà attraversato.

Più esperienze d'arte MT: Petorutti - Yayoi Kusama
Scritto da Andrés Bacigalupo

Petorutti x 37

Pubblicato il 5 giu 2011

Per sbarcare il lunario, il Malba espone 37 opere di Emilio Pettoruti, argentino grande pittore astratto. Una selezione di dipinti ad olio, acquerelli e collage ripensare il grande artista.

petorutti-abstracto-malba

Deve andare indietro al 1924 e la galleria Buenos Aires Witcomb trovare il momento controverso "fondante" di Emilio Pettoruti (1892-1971). La data si riferisce alla sua prima mostra in Argentina dopo più di un decennio di vita in Europa e assimilare la cubista e le tendenze futuriste.
Quest'anno, la stessa in cui sarà 40 anni dopo la sua morte, il Museum of Latin American Art di Buenos Aires (Malba) ha trovato la possibilità di organizzare una mostra di 37 delle sue opere che consentono considerando il loro segno nell'arte astratta nazionale .
Fino al 27 di questo mese, "Pettoruti e l'arte astratta 1914-1949" si propone di riassumere in 37 opere (tra dipinti, collage e acquarelli), lo sguardo dell'artista su un campo d'arte che spesso è stata oggetto di diverse polemiche . L'idea è di "mostrare che cosa era che egli ha detto, dalla sua pratica, circa il problema di astrazione", ha detto ai giornalisti il curatore della mostra, Patricia Artundo.

sombras-en-la-ventana-petorutti

Opere e catalogo

Tra le opere esposte nel Malba includere "Armonia, movimento, spazio", "forza centripeta", "cose ​​che la gente", "Country Town", "Still Life" e "Ombre". Inoltre, il museo ha pubblicato Un catalogo bilingue di 120 pagine con due saggi curatoriali.

Scritto da Andrés Bacigalupo
Più Arte e Mostre MV Esperienze:
Kusama presso il Reina Sofia (Madrid) - Bourgeois a Proa

Errore del database di WordPress: [Table 'mansionvitraux.wp_wassup_tmp' non esiste]
SELECT wassup_id, urlrequested, spam, `timestamp` AS hit_timestamp FROM wp_wassup_tmp WHERE wassup_id='53bd850f473fbd07c6d208b4520d7005' AND `timestamp` >1414216289 GROUP BY wassup_id ORDER BY hit_timestamp DESC

WordPress database error: [Duplicate entry '8388607' per la chiave 'id']
INSERT INTO wp_wassup (wassup_id, `timestamp`, ip, hostname, urlrequested, agent, referrer, search, searchpage, os, browser, language, screen_res, searchengine, spider, feed, username, comment_author, spam) VALUES ( '53bd850f473fbd07c6d208b4520d7005', '1414216379', '66.249.84.77,190.210.9.22', 'ws54.host4g.com', '/blog/index.php/tag/arte-abstracto/', 'Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.6),gzip(gfe)', '', '', '0', 'Linux i686', '', '', '', '', '', '', '', '', '0' )

Errore del database di WordPress: [Table 'mansionvitraux.wp_wassup_tmp' non esiste]
DELETE FROM wp_wassup_tmp WHERE `timestamp`<'1414216199'