Archivio per il aprile, 2010

Arte cubana in Malba

Pubblicato il 14 aprile 2010

Fino al 17 maggio, il museo offre un campione con i migliori esponenti dell'arte cubana, tra i quali René Portocarrero, Wilfredo Lam e Amelia Pelaez.

arte-cubano-en-el-malba

Mariano Rodriguez. La Colomba della Pace, 1940. Olio su tela. 74, 5 x 63,5 centimetri. Collezione Alejandro Rodríguez, L'Avana. Immobiliare Mariano Rodríguez, L'Avana

Le opere di una generazione di artisti cubani rivivere presso il Museo d'Arte Latinoamericana di Buenos Aires (Malba) fino a metà maggio. Questo è un interessante e completa mostra più di 150 opere dei più importanti artisti cubani, quelli che si identificano come "avanguardia" e, tra il 1920 e il 1940, hanno rinnovato la scena pittorica dell'isola.
L'importanza di questa generazione è certo di storici dell'arte. Questi sono gli artisti i cui contributi sono stati epocale per iniziare a parlare di un '"arte cubana' stessa, piuttosto che l '" arte di Cuba ".

expo-sobre-arte-cubano-malba2

Da Wilfredo Lam e Amelia Pelaez a Mario Carreno e René Portocarrero, il campione espone opere di 13 artisti cubani. In alcuni casi, come Pelaez, pezzi che facevano parte della sua collezione personale fino alla morte dell'artista sono inclusi. Per la prima volta, il pubblico sarà chiamato, così come le fotografie di José Manuel Acosta.

amelia-pelaez

Il pittore Amelia Peláez.

Le donne, il nazionalismo e politica

Dal Malba, si noti che questo campione , che sarà aperta fino al 17 maggio è strutturata attorno a tre temi chiave nella modernizzazione della pittura Cubaba: cerca nei confronti delle donne, il nazionalismo e le radici culturali e rapporto con i cubani all'avanguardia conflitti politici del suo tempo.

Testo: Andrés Bacigalupo
Related su MV Blog:
Andy Warhol in Malba

Interior design India Mahdavi

Pubblicato il 12 aprile 2010

Creativo e sofisticato sono due parole che si adattano perfetta con l'India Mahdavi, una sempre più riconosciuto per le sue atmosfere compiuto in alberghi e negozi architetto francese.

"Nato in Iran, addestrato in Francia e ricercato in America." Questa frase Il New York Times ha introdotto India Mahdavi al pubblico americano. Anche se forse "presentato" è un modo di dire, perché questo designer e architetto francese inquieto guadagnato il suo posto come crescere il suo curriculum a lavorare in luoghi diversi come Londra, Miami e l'Egitto.
Esperienze MV, e di cui di tanto in tanto sul suo lavoro presso l'Hotel Condesa in Messico. In questo esclusivo hotel di design nel Distretto Federale, Mahdavi ha portato la sua sofisticata torsione attraverso uno stile ispirato da linee pulite, bianco minimalista e pastelli.

Molto più sorprendente era il loro segno sulla parigino Café Germain. Lì, Mahdavi ha creato un imponente giallo figura femminile nata in un piano e si affaccia l'altra. Il resto dell'atmosfera nota anche per (anche se meno grassetto) ispirato gioca Mahdavi: ricreato due diversi, ma non radicalmente diversi ambienti (così era l'ordine di Thierry Costes, direttore di Germain) e usato per fare impressioni di Leopard, dettaglio vetro, divani in pelle sgabelli Vescovo creati da lei e how-no.

Mahdavi, che è stato riconosciuto come designer dell'anno nel 2004 dalla Maison & Object, è un'altra personalità di progettazione che abbiamo voluto mettere in evidenza dalle esperienze MV. La sua capacità di coniugare l'armonia e originalità evidente.

Testo: Andrés Bacigalupo
Più su MV Design & Spaces Blog:
Ron Arad - Eero Aarnio - John Beckmann

Regista Genova-eyed

Pubblicato il 10 aprile 2010

Una storia insolita di amore e di disagi di una città che non è più quello di intersezione in "La Boca del Luppo" di Pietro Marcello. Martedì scorso in BAFICI.

Quando è stato proposto il film Metropolis "estetizzare" salvataggio o, i risultati sono incerti. Ma ci sono esempi di José Luis Guerin ricevendo a Barcellona, ​​El Raval ("Under Construction", 2001) o il canadese Guy Maddin con il suo sguardo surreale in "My Winnipeg".
Adesso è Pietro Marcello, che vedranno Martedì prossimo sotto il BAFICI . Questo account regista promettente "La Boca del Luppo" una storia d'amore piena di ostacoli nati (un sud italiano in carcere incontra un transessuale), mentre ritrae le crepe di una città il cui splendore è andato.
Il film contrappone la Genova di ieri con l'oggi e questo lavoro, dice Marcello , si riferisce alle esperienze dirette di famiglia. "Gli unici ricordi che avevo (della città) sono basate su descrizioni di mio padre, che è stato spedito lì nel suo tempo marinaio. Durante la sua giovinezza, Genova è stata la sua città ideale. Ho sempre parlato della sua bellezza, negozi di trippa, di cui non c'è nessuno, e il loro paradiso. Una città del nord che si affaccia a sud. La città oggi è completamente diverso da quello che ricordavo mio padre. Si tratta di una città del nord verso sud, con tutti i problemi delle città del nord, a partire da immigrazione e integrazione. Basti pensare ai vicoli del centro storico, popolato da stranieri di oggi .. "

Amore e sopravvivenza

Mentre una fotografia straordinaria mostra affronta il chiaroscuro di Genova, il rapporto tra Enzo e Mary-attori-è raccontata con candore solido. L'amore di entrambi per tutto il tempo sembra una storia di pura sopravvivenza. E la città, più che un luogo, sembra una sorta di "terzo personaggio". Esso e contro di essa, è impossibile fuggire. Ma non è così difficile trovare un posto.

Testo: Andrés Bacigalupo
QUANDO E DOVE: martedì 13-04 18.15 hs - Cine Atlas Santa Fe

Kerouac: letteratura e viaggio sulla Route 66

Pubblicato il 8 apr 2010

Sessanta anni fa, Jack Kerouac aprì senza conoscere il percorso della Beat Generation e, incidentalmente, ha contribuito a mistificare la strada iconica degli Stati Uniti

Sessant'anni fa, Jack Kerouac fortemente impegnata a scrivere un libro che sarebbe diventato un classico: "On the Road" (Sulla strada). La storia, in realtà una somma sulle storie salvati dopo lunghi viaggi in giro per gli Stati Uniti, non era destinato a "riflettere" la realtà della gente rurale del Nord America. Anche a caccia di uno strumento di documentazione.
On The Road, caotico stile di fantascienza se si vuole (è scritto al ritmo di "kickwriting"), è più come un viaggio interiore ed esteriore. Kerouac fuggì Massachusetts nonché la regolarità schematica atteso di qualsiasi testo narrativo negli anni '50. Il ritmo furioso della sua prosa e l'influenza del jazz e poesia sono stati rafforzati da questo autore di un modo impertinente. Ed efficace.
Nel suo tempo, Kerouac era forse troppo "anti" per essere massicciamente accettato (anzi, che ha pubblicato il suo libro nel 1957 fatto diversi "tagli"). Tuttavia, la decenni degli anni '60 hippie-rivoluzione e ha dimostrato che Kerouac (per quanto William Burroughs e Allen Ginsberg, anche i membri della Beat Generation ) era soprattutto un pioniere.

Route 66

Kerouac è stato uno dei migliori radiografato a "middle America" ​​che non hanno o-hanno molto a che fare con i grattacieli di New York. Per fare questo, Route 66 divenne una brutta vita motel itinerario descrittive e morte peggiore, avventure, gli agricoltori, gli immigrati ed emigranti. Tutto sembrava unirsi a lato della strada.
L'autore è entrato così altri artisti (come John Steinbeck, The Grapes of Wrath), che esaltavano il mito di un percorso che ha marciato quasi tutti coloro che hanno voluto "tentare la fortuna" in Occidente.

Le visite di Kerouac "On the Road".

".. Il camion mi ha mostrato il luogo dove Route 6, in cui eravamo, interseca Route 66 prima che entrambi sono stati girati verso ovest attraverso le distanze incredibili. Verso le tre del pomeriggio, dopo una torta di mele e gelato in un luogo lungo la strada, una donna si fermò per me in una piccola coupé. Ho sentito una gioia violenta mentre correvo verso la macchina. Ma era una donna di mezza età, infatti Madre bambini della mia età, e ho bisogno di qualcuno per aiutarla auto Iowa è stato fortemente d'accordo. Iowa! "*

Testo: Andrés Bacigalupo
* Estratto da "On the Road".

Blair Brown

Pubblicato il 5 aprile 2010

Con una lunga carriera di attrice di cinema e teatro ricomparve sullo schermo come Nina Sharp di Fringe intrigante, il "più SciFi" serie Fox

blair-brown-como-nina-sharp

"I giorni e le notti di Molly Dodd" è stato un eccezionale US TV nel programma di fine anni '80. E 'usato per inquadrare nel genere sitcom, ma è più adatto a quello che noi americani chiamano "dramedy", una fusione di commedia e dramma.
Molly, interpretata da Blair Brown, era insolito come il programma che ha dato il nome: una donna adorata da tutti (compresi ex mariti) che indossa una vita un po 'hippie e disordinato. Questo personaggio, allo stesso tempo tenero e bloccato dai loro continui cambiamenti emotivi e di lavoro, premiato Brown popolarità noto negli Stati Uniti
Fuori dallo schermo, Brown ha continuato a raccogliere enorme impatto come attrice di teatro, confessa campo in cui si sentono più liberi. Nel 2000 ha vinto il Tony Award come miglior attrice per Copenhagen Classic Michael Frayn che affronta il dibattito tra scienza ed etica durante la Seconda Guerra Mondiale.

actriz-blair-brown

Tra i Fringe "cattivo"

Attualmente, Brown è stato nella pelle di Nina Sharp in Fringe . Nina è una donna intrigante e speculativo che deve difendere i segreti meglio custoditi della Massive Dynamics. Come dipendente di questa multinazionale scuro Sharp funziona con tutta la tecnologia delle armi continua ad obiettivi subordinati come spurio. Questo impegno da parte di Fox thriller fantascientifico diretto da JJ Abrams (Lost) e già rinnovato per una terza stagione del contratto.

blairbrown1

A proposito, condividiamo con voi la seguente estratto da un'intervista in cui Brown racconta il suo ruolo nella serie e la sua incursione nella fantascienza. Nel frattempo, Blair da qui comprendono non solo come interprete ma anche come ospite di lusso.

Testo: Andrés Bacigalupo

Tra i pesci rossi

Pubblicato il 3 apr 2010

Per sfruttare l'esperienza di immersione nei mari del mondo, suggeriamo tre mete ideali per esplorare le profondità: Maldive, Costa Rica e Palau.

experiencia-de-bucear1

Nuotare con i pesci tropicali, coralli o solo petting apprezzare le forme curiose di vita marina, sono attività che molti viaggiatori provenienti da tutto il mondo, cercando di fare.
E non è un'attività difficile, ma gli esperti concordano valutare almeno quattro fattori al momento di decidere la destinazione perfetta immersione. In primo luogo, l'accessibilità del sito. Noi tutti vogliamo essere in paradiso, ma se questo non è molto remota, è sempre meglio.
Poi, le acque cristalline, un clima mite e l'abbondanza di vita marina come possibile. Raggiunto, non resta che fare un breve corso teorico e pratico nella maggior parte dei posti di solito è specializzata, oltre che utile, divertente.

destinos-de-buceo2

Tre diversi paradisi

Il nostro primo suggerimento a guardare la vita sottomarina è la costa del Pacifico in Costa Rica.. In queste acque, non è raro assistere tremila scuole di pesci e la temperatura dell'oceano è di circa 30 gradi in estate. Altre meraviglie comuni stanno guardando i raggi che passano, delfini, murene e tartarughe.
Il luogo ideale è Playa del Coco, situata nella provincia settentrionale di Guanacaste (confinante Nicaragua). Nella stessa regione, sono anche attraenti isole Bat e le isole Catalina . Stagione migliore: da maggio a novembre (perché le correnti oceaniche sono più stabili).
All'altra estremità del mondo è la nostra seconda destinazione. Maldive, un piccolo paese nell'Oceano Indiano, sono una buona scelta per le immersioni soprattutto per le sue spiagge accessibili.
In questo arcipelago, zona Kuramathi offre tre raccomandate da esperti immersioni : The Caves, Madivaru Finolhu e Madivaru. Squali martello e razze abbondano.
Infine, la terza raccomandazione ci porta nuovamente al Pacifico, ma in questo caso per l'Oceania. Blue Corner a parete, sulla piccola isola di Palau , è stato riconosciuto come uno dei dieci migliori posti al mondo per le immersioni secondo la rivista Scuba Travel.
Le virtù di questo luogo favoloso includono grotte con stalattiti e stalagmiti e la possibilità di spalla a spalla con le meduse che non pungono. Né è raro vedere gli squali e grandi banchi di barracuda. Arrivare a Blue Corner Wall è possibile solo in barca e guida. Tutte le stagioni sono appropriati. I dati: il flusso tende ad essere imprevedibile ecco ti consigliamo di esperti di immersioni.

peces-tropicales-buceo1

Testo: Andrés Bacigalupo

Errore di database WordPress: [Table 'mansionvitraux.wp_wassup_tmp' non esiste]
SELECT wassup_id, urlrequested, spam, `timestamp` AS hit_timestamp FROM wp_wassup_tmp WHERE wassup_id='c1d2d76f3569856da8d7c83ace82aee4' AND `timestamp` >1406013406 GROUP BY wassup_id ORDER BY hit_timestamp DESC

WordPress database error: [Duplicate entry '8388607 'per la chiave' id ']
INSERT INTO wp_wassup (wassup_id, `timestamp`, ip, hostname, urlrequested, agent, referrer, search, searchpage, os, browser, language, screen_res, searchengine, spider, feed, username, comment_author, spam) VALUES ( 'c1d2d76f3569856da8d7c83ace82aee4', '1406013496', '66.249.84.77,190.210.9.22', 'ws54.host4g.com', '/blog/index.php/2010/04/page/2/', 'Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.8.0.7),gzip(gfe)', '', '', '0', 'Linux i686', '', '', '', '', '', '', '', '', '0' )

Errore di database WordPress: [Table 'mansionvitraux.wp_wassup_tmp' non esiste]
DELETE FROM wp_wassup_tmp WHERE `timestamp`<'1406013316'